Presentazione del volume Milano capitale del bene comune

milano-capitale-bene-comuneLunedì 10 marzo, alle ore 17, sarà presentato il volume “Milano capitale del bene comune” a cura di Mara Tognetti Bordogna e Vittorio A. Sironi, nella sede di Ciessevi in piazza Castello 3 a Milano.
 
Intervengono
Lino Lacagnina, Presidente di Ciessevi
Roberto Davanzo, Direttore di Caritas Milano
Marco Granelli, Assessore alla Sicurezza e Coesione Sociale, Polizia Locale, Protezione Civile, Volontariato – Comune di Milano
Paolo Galimberti, Dirigente Responsabile del Servizio Beni Culturali della Fondazione IRCCS “Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico”, Milano
Marta Ghezzi, Giornalista del Corriere della Sera
Saranno inoltre presenti i curatori del libro.

 

L’espressione “Milan con el cor in man” non è solo un vecchio motto popolare, ma anche un’affermazione che ben sintetizza la disponibilità e la generosità degli abitanti della città lombarda. Le radici storiche di questa “vocazione” all’impegno assistenziale, volontario e filantropico, soprattutto in ambito sociale e sanitario, risalgono alla rete delle opere pie e degli ospedali medioevali che si sono poi andate evolvendo nel tempo.

 

A partire dalla metà del secolo scorso i soggetti di beneficenza, di volontariato e di filantropia diventano in molti casi enti normativamente riconosciuti che entrano a pieno titolo nell’arena delle politiche pubbliche. Oggi si tratta di una realtà complessa e in crescita che, oltre a rispondere a bisogni di categorie e di soggetti marginali, diviene sempre più frequentemente un protagonista che s’inserisce nella linea del bene pubblico. È con lo sviluppo del welfare mix, cioè quel welfare che vede a fianco dello Stato agire il Terzo settore nelle sue diverse dimensioni, il mercato profit e la famiglia, soggetti che sorti per volontà di singoli o di piccoli gruppi diventano una risorsa sempre più rilevante sul piano dell’innovazione.Pur nell’affollato e variegato mondo delle charities è possibile ritrovare linee comuni generali che consentono di cogliere le trasformazioni, la crescita e l’evoluzione nel tempo di questi soggetti, espressione di volta in volta di aggregazioni civili, di istituzioni laiche, di enti religiosi o anche semplicemente di singoli individui, che costituiscono il Terzo settore milanese.
 

Le tre parti in cui si articola il volume intendono evidenziare la continuità storica di questa articolata realtà e cogliere gli elementi di specificità e innovazione tipici di questo contesto. Milano, superando anche in questo ambito come in altri la dimensione nazionale, non è solo la capitale del bene comune, ma rappresenta anche un laboratorio internazionale per le charities.
 

Mara Tognetti Bordogna, professore di Sociologia economica e del lavoro, insegna Politiche migratorie presso l’Università di Milano-Bicocca, Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale ed è direttore del Master Sistemi Sanitari, Medicine Tradizionali e Non Convenzionali.
Vittorio A. Sironi, neurochirurgo, storico e antropologo, è professore di Storia della medicina e della sanità presso la Scuola di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca, dove dirige il Centro studi sulla storia del pensiero biomedico (www.cespeb.it). È autore di numerosi saggi sulla storia sanitaria e sull’epistemologia delle neuroscienze.
 
Milano capitale del ben comune, a cura di Mara Tognetti Bordogna e Vittorio A. Sironi, pp. 240
Collana: La Società – Franco Angeli Edizioni 2013
 
 
Scarica il programma
 
 

Non ci sono ancora commenti. Scrivi il tuo!


Rispondi