Lavorare in Europa. Come fare?

Lavorare-in-EuropaLavoro, tirocinio e volontariato retribuito in Europa. Di questo si è parlato lunedì 14 ottobre al workshop “Mobilità e lavoro in Europa” presso il Palazzo Pirelli della Regione Lombardia.

Con 10 Sedi Territoriali e la delegazione di Bruxelles di Regione Lombardia in videoconferenza, al seminario hanno partecipato oltre 800 giovani.

 

“Questo incontro, arrivato alla terza edizione, è l’evento più importante che l’Antenna Europe Direct della Regione Lombardia organizza annualmente.
Il nostro obiettivo è quello di offrire ai giovani un’occasione per conoscere le opportunità di lavoro, volontariato e tirocinio presso le istituzioni europee che l’UE ha perfezionato per aiutare i cittadini europei a reagire all’attuale crisi occupazionale” spiega Giorgio Bleynat, dirigente della Sede Territoriale di Milano della Regione Lombardia che ospita l’Antenna Europe Direct.

 

Si è parlato di servizio europeo per l’impiego Eures (European employment service), dell’importanza di avere profili attivi e ben gestiti sui Social network per poter accrescere la possibilità di trovare lavoro attraverso Facebook, Twitter, Linkedin, di tirocini presso le istituzioni europee, di Servizio Volontario Europeo e di Servizio Civile Nazionale.
 
Numerose anche le novità per incentivare l’occupazione giovanile in Regione Lombardia che, nonostante registri una situazione migliore rispetto alla media nazionale, si attesta al 26,6% superando quella europea del 22,8%.
 
Tra le iniziative regionali vi sono i tirocini formativi e di orientamento per i giovani tra i 18 e i 29 anni nell’ambito del progetto Dote lavoro, la Dote apprendistato per contratti di apprendistato per il conseguimento di una qualifica o di un diploma professionale, di una qualifica professionale a fini contrattuali, di un diploma di istruzione secondario superiore, titoli di studio universitari e di alta formazione.
 
Opportunità da cogliere al volo sono anche quelle offerte dal nuovo progetto Leonardo da Vinci “E-Mapp European Mobility for Apprenticeship” per giovani apprendisti lombardi. Il progetto permette di ricevere una borsa studio del valore di 1800 euro per svolgere un periodo di formazione e lavoro nella regione Rhone Alpes di 2-3 settimane.

 

Del mercato del lavoro in alcuni Paesi europei e di come compilare un CV per un’impresa danese, tedesca, austriaca, irlandese, etc. si è parlato nel workshop pomeridiano condotto dalle consulenti Eures della Provincia di Milano.
Due ragazzi in Servizio Volontario europeo in Romania ed in Italia hanno raccontato le loro esperienze ai partecipanti al secondo workshop pomeridiano, mentre, una funzionaria del Parlamento europeo ha illustrato ai più interessati le procedure per candidarsi ai concorsi presso le istituzioni europee attraverso il portale EPSO.

 

Per maggiori informazioni consultare le slides dell’incontro a questo link.

 


 
Altri articoli di interesse, da Europarlamento24:
 
Come i giovani possono trovare lavoro in Europa
Giovani, stage e lavoro in Europa: consigli utili
Lavorare nelle istituzioni Ue: un carnet di tirocini per i giovani
Servizio Volontario Europeo: un’esperienza formativa e gratuita
La Regione Lombardia attiva per i giovani
Eures: la rete europea di servizi per l’impiego
I social network come strumenti per trovare lavoro in Europa
 
 

Non ci sono ancora commenti. Scrivi il tuo!


Rispondi