5 per mille 2013: al via l’iscrizione per gli enti di volontariato

L’Agenzia delle Entrate, con la circolare 6/E del 21 marzo 2013, ha pubblicato le modalità di iscrizione al riparto del 5 per mille per l’anno finanziario 2013. Il termine per l’iscrizione è fissato al 7 maggio 2013.
 
Gli enti del volontariato e le associazioni sportive dilettantistiche, come negli anni precedenti, devono presentare la domanda all’Agenzia delle entrate esclusivamente in via telematica tramite gli intermediari abilitati alla trasmissione telematica.
 
Mentre le istruzioni per iscriversi negli elenchi del cinque per mille 2013, agli enti della ricerca scientifica e dell’università, agli enti della ricerca sanitaria e agli enti che effettuano attività di tutela, di promozione o di valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici, sono fornite, invece, dalle rispettive Amministrazioni competenti.
 
Le risorse complessive, destinate alla liquidazione della quota del 5 per mille nell’anno 2013, sono quantificate nell’importo di 400 milioni di euro. Lo stabilisce l’articolo 23, comma 2, del decreto legge 95/2012 (spending review). La stessa norma conferma inoltre, per quest’anno, le categorie di beneficiari e le modalità previste per l’esercizio 2012.
 
Per tutte le altre scadenze e specifiche relative all’iscrizione invitiamo alla consultazione della Guida al 5 per mille 2013 in allegato a fondo pagina.
 

Le scadenze

L’Agenzia delle Entrate ha aperto le iscrizioni al 5 per mille 2013, per gli enti del volontariato e delle associazioni sportive dilettantistiche il termine è il 7 maggio. Le domande dovranno essere fatte pervenire solo telematicamente, attraverso i portali di Entratel o Fisconline.
 
Poi c’è tempo fino al 20 maggio per correggere eventuali errori nei dati degli elenchi pubblicati sul sito dell’Agenzia entro il 14 maggio.
 
Gli enti di diritto privato, che operano senza finalità di lucro in settori di rilevanza sociale, più brevemente definiti “del volontariato”, sono tenuti, dopo l’iscrizione, a presentare anche, entro l’1 luglio (il 30 giugno è domenica), una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, che attesti il possesso dei requisiti necessari per avere diritto al 5 per mille.
 
Dovrà essere sottoscritta dal legale rappresentante e inviata per raccomandata con avviso di ricevimento, insieme a una fotocopia del documento di identità dello stesso rappresentante, alla direzione regionale delle Entrate nel cui territorio ha sede fiscale l’ente.
 
Per l’invio si può utilizzare anche la posta elettronica certificata. Gli indirizzi Pec delle direzioni regionali, come pure quelli postali, sono disponibili sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate.
 
Analoga dichiarazione sostitutiva deve essere presentata dalle associazioni sportive dilettantistiche all’ufficio del Coni competente per territorio.
 
Ultima data utile per sanare ogni irregolarità è il 30 settembre. Gli errori a cui è possibile porre rimedio sono:
 
[list_square] [li]iscrizione oltre il termine previsto;[/li] [li]dichiarazione sostitutiva oltre il termine previsto;[/li] [li]mancanza della fotocopia del documento d’identità del rappresentante legale da allegare alla dichiarazione sostitutiva.[/li] [/list_square]
 
Per la regolarizzazione è necessario:
 
[list_circle] [li]essere in possesso dei requisiti per l’ammissione al riparto della quota del cinque per mille alla data originaria di scadenza della domanda di iscrizione;[/li] [li]presentare la domanda di iscrizione e/o provvedere alla integrazione documentale (dichiarazione sostitutiva e copia del documento d’identità) entro il 30 settembre;[/li] [li]versare una sanzione di 258 euro con il modello F24, indicando il codice tributo 8115, senza possibilità di compensare l’importo.[/li] [/list_circle]
 

Riepilogo delle scadenze

22 marzo Apertura della procedura di iscrizione
7 maggio Termine per l’iscrizione telematica all’Agenzia delle entrate da parte degli enti del volontariato e delle associazioni sportive dilettantistiche
20 maggio Termine per la presentazione delle istanze all’Agenzia delle entrate per la correzione di errori di iscrizione negli elenchi degli enti del volontariato e delle associazioni sportive dilettantistiche
1° luglio Termine per l’invio delle dichiarazioni sostitutive all’Agenzia delle entrate da parte degli enti del volontariato
30 settembre Termine per la regolarizzazione della domanda di iscrizione e/o delle successive integrazioni documentali

 
Ulteriori date utili
Dopo la formazione degli elenchi, l’Agenzia delle Entrate procederà, entro il 14 maggio, a pubblicarli sul proprio sito internet, distinti per tipologia:

[list_check] [li]enti del volontariato;[/li] [li]enti della ricerca scientifica e dell’università;[/li] [li]enti della ricerca sanitaria;[/li] [li]associazioni sportive dilettantistiche.[/li] [/list_check]

 

Ripubblicazione, entro il 27 maggio, degli elenchi depurati dagli errori segnalati alle Entrate entro il 20 maggio dagli enti del volontariato e dalle associazioni sportive dilettantistiche.
 
Le liste che saranno rese note al termine degli adempimenti amministrativi e dei relativi controlli, effettuati dagli uffici fiscali e dalle altre amministrazioni competenti, saranno distinte per “ammessi al beneficio” ed “esclusi dal beneficio”.
 
Gli elenchi degli organismi che svolgono attività di tutela, di promozione o di valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici sono pubblicati dal ministero per i Beni e le attività culturali.

 
(Fonte: Agenzia delle Entrate)
 
 
ALLEGATI

 
 

Non ci sono ancora commenti. Scrivi il tuo!


Rispondi