NORCIA VIVE, una CASA delle ASSOCIAZIONI per la ricostruzione sociale della Valnerina

Una comunità quando è privata di ogni punto di riferimento, può ricominciare a ricomporsi anche a partire dal ripristino di spazi predisposti alla socialità, alla condivisione di idee, di progetti.

Ma anche se viene coinvolta in prima persona nella realizzazione di iniziative tenute insieme dallo stesso filo rosso della rinascita, della rigenerazione, della libera espressione della creatività positiva che l’associazionismo insieme con il Cesvol possono e devono mettere in campo per la rinascita di Norcia.

 

Per questo il Cesvol, centro servizi volontariato Perugia, si è fatto promotore di un progetto di raccolta fondi finalizzato alla creazione di una CASA delle ASSOCIAZIONI per la ricostruzione sociale della Valnerina… per “dare una casa” (una sede, un ufficio…) ai gruppi informali e a tutte le realtà organizzate e non, che insieme vi potranno ritrovare un luogo di “rinascita sociale e culturale” e di aggregazione, un contesto di relazioni sociali in grado di sostenere e rafforzare l’intento di tutta la cittadinanza di ricreare e ricostruire un senso compiuto di cittadinanza attiva e di progettazione partecipata.

 

La prospettiva è quella di realizzare una struttura che apparterrà alla comunità di Norcia, attraverso l’operosità e la proposta delle associazioni ivi presenti e del Cesvol.

 

Perche’ un centro polivalente 

L’esigenza di questo progetto, che si pone, in prospettiva, nella fase di ricostruzione di Norcia  per quelli che sono gli ambiti di competenza del Cesvol, è stata determinata dalle conseguenze che il sisma ha avuto, spazzando letteralmente dalla cittadina nursina gli ambienti e i luoghi di socialità e di aggregazione che consentivano alle diverse associazioni locali di progettare e realizzare iniziative su diversi ambiti di attività, così come verranno illustrati in seguito.

 

Ma è lo stesso Cesvol che è stato duramente colpito dal sisma, che ha reso inagibile nella prima fase la sede storica in piazza Forti (accanto alla Chiesa di Maria S.S. Addolorata, praticamente crollata), e con la seconda serie di eventi sismici ha colpito anche la sede del COC (Centro operativo Comunale), presso il quale il centro servizi aveva ridisegnato le sue funzioni al fine di rendersi utile e funzionale sia per la cittadinanza e la comunità locale che per le diverse associazioni che, con l’inagibilità dello sportello, si sono viste private di un punto di riferimento importante sia in quanto utenti di servizi che utilizzatori degli spazi per le proprie riunioni e momenti di incontro.

 

Ad oggi, questo associazionismo si vede privato di un luogo fisico, frequentato da soggetti similari, nel quale poter svolgere sia la propria attività diretta (riunioni, incontri, corsi, etc.) che  partecipare ad iniziative ed eventi organizzati nel territorio nursino. Un luogo dove coltivare la propria spinta solidaristica e di cittadinanza attiva che forse proprio in momenti come quello attuale si rivela ancora più preziosa.

 

Da subito il Cesvol, oggi impegnato nella fase emergenziale, per la quale si è attivato “adottando” alcune frazioni di Norcia, tra cui Frascaro, per la raccolta e distribuzione di beni di prima necessità per le popolazioni ivi residenti, avvierà lo start up del progetto “Norcia Vive” curando le diverse aree di attività e funzioni, tra loro collegate, che potranno svilupparsi anche parallelamente.

 

La struttura conterra’:

Sale e spazi diversificati per:

  1. le riunioni, gli incontri, le attività sia del cesvol che delle Associazioni che dopo il 30 ottobre sono stati completamente sospesi
  2. le attività proprie delle associazioni anche a favore della propria utenza (ad esempio l’associazionismo impegnato nella relazione con persone con disabilità)
  3. le attività degli studenti del presidio del volontariato (una esperienza portata avanti da diversi anni dal Cesvol in collaborazione con gli studenti dell’Istituto Superiore presente a Norcia), che abbracciavano praticamente tutti i settori dell’impegno sociale
  4. le attività delle associazioni culturali private di qualsiasi spazio e punto di riferimento
  5. le attività laboratoriali dell’associazionismo teatrale fino a poco fa estremamente attive e produttive
  6. i corsi e le varie iniziative promosse a favore della Terza Età (formazione permanente, promozione della salute, etc.)
  7. la nascita e la facilitazione di gruppi di auto mutuo aiuto ma anche di altre azioni di supporto psicologico e di sostegno da realizzarsi in collaborazione con le associazioni qualificate e accreditate nelle discipline orientate al benessere psico-fisico della persona a prescindere dalla sua età anagrafica
  8. la realizzazione di progetti proposti da terzi per le stesse finalità
  9. il ripristino delle funzioni primarie del Cesvol finalizzate alla promozione, alla crescita ed alla valorizzazione dell’associazionismo e del volontariato locali attraverso una rete diffusa di servizi ed attività gratuite
  10. la realizzazione di corsi, laboratori e seminari tipici del Cesvol (Gestione amministrativa, aggiornamenti  normativi, adempimenti amministrativi (aspetti fiscali, contabilità e tributi, contratti di lavoro), le relazioni sociali, la gestione del conflitto,  laboratori di progettazione partecipata: pensare, progettare e lavorare in rete laboratori e corsi finalizzati all’utilizzo consapevole ed efficace degli strumenti della comunicazione digitale, etc.).

 

Ed inoltre…

  • Una Biblioteca (biblioteca dei libri salvati) da realizzare in collaborazione con l’associazione INTRA, dedicata a un tema utile alla cittadinanza – la NORCINERIA, la GEOLOGIA, LA REGOLA, … – che, affiancandosi alla biblioteca comunale esistente, potrà diventare sia strumento per approfondire il sapere dei residenti  sia strumento per curare azioni ed eventi culturali di vario genere, pensati per un pubblico internazionale: presentazione di libri, incontri, letture, convegni, spettacoli, collaborazione alle attività organizzate da altre associazioni e istituzioni
  • Una grande sala per iniziative ed eventi ma anche per usi contigui e a disposizione della comunità
  • Una aula attrezzata, con postazioni pc e wifi free.

 

Se vuoi conoscere nel dettaglio il progetto, il suo stato di avanzamento, la rete dei partner che stanno aderendo, contattaci a: cesvol@mclink.it e info@valnerina.click

 

Per lo stato della Raccolta fondi, gli Eventi e la Rassegna stampa, vai qui >>>

 

Riferimenti

CESVOL Perugia – Via Campo di Marte 9 (IV Piano) 06124 Perugia
Tel. 075.5271976 – Sito webwww.pgcesvol.net

DIREZIONE CENTRALE – Salvatore Fabrizio 347 6081782 – cesvol@mclink.it

Codice IBAN: IT42I0312703001000000004038 – c/o UNIPOL BANCA PERUGIA

Intestato a Cesvol – Centro servizi per il volontariato di Perugia

Causale: NORCIA VIVE

PUOI DONARE ANCHE CON CARTA DI CREDITO

Lascia un commento