“L’importanza di un sorriso”

Dopo una sospensione, grazie al progetto scuola-volontariato, sono approdato all’Associazione Anffas Nord Milano.

 

Mi sono trovato bene, ho percepito fin da subito una semplice felicità nei numerosi ragazzi ospiti dell’associazione che mi ha meravigliato…. Era una felicità che non è comune né in me, né nei ragazzi che frequento abitualmente.

 

La realtà che ho incontrato e conosciuto all’inizio mi ha fatto un po’ paura, forse perché le cose nuove e sconosciute ci spaventano sempre un pochino, sono rimasto però sorpreso da come i ragazzi mi hanno accolto, con tanta gentilezza e amicizia.

 

Questi ragazzi mi hanno fatto riscoprire la bellezza e l’importanza di un sorriso vero, pieno di allegria; tra i miei amici un sorriso così non lo vedevo da anni e, devo ammetterlo, non lo vedo neanche in me.

 

Sono davvero felice di essere stato in Anffas, perché sono riuscito ad aiutare qualcuno, ho riscoperto un po’ di serenità dentro di me, per tutto quel bene che ho ricevuto, mi sono sentito importante, o per meglio dire utile.                 

       

I ragazzi mi hanno insegnato a lottare, perché li ho visti ogni giorno sforzarsi di migliorare, di fare le cose bene, di fare cose nuove per cercare di essere autonomi il più possibile.

 

Di loro ho apprezzato la loro serenità e la voglia di vivere. Stando con loro ho imparato che per poter convivere con chiunque, diverso da me, alla base, ci deve essere il rispetto reciproco, la capacità di ascoltarsi, di confrontarsi, e di accettare proprio la diversità come una ricchezza!

 

Ah, i ragazzi ospiti dell’associazioni Anffas sono persone con disabilità intellettiva e/o relazionale, ma poco importa o forse sì, perché, forse…. è proprio questa la loro forza!

 

Camillo, studente scuola superiore e volontario Anffas Nord Milano

Lascia un commento